Archivo diario: 13 julio, 2012

Premio Strega “Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi” de Alessandro Piperno

Strega 2012: Strega, Piperno vince al fotofinish

Alessandro Piperno, con ‘Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi’, (Mondadori), e’ il vincitore della 66esima edizione del premio Strega con 126 voti. Dopo un testa a testa al fotofinish, e con sole due lunghezze di vantaggio, lo scrittore romano l’ha spuntata sull’altro favorito, Emanuele Trevi, che con ‘Qualcosa di scritto’ (Ponte alle Grazie) ha conquistato 124 voti. 
Quest’anno, pero’, il celebre premio e’ stata una corsa a tre. Accanto ai primi due classificati, infatti, ha giocato fino all’ultimo le sue carte Gianrico Carofiglio, con ‘Il silenzio dell’onda’ (Rizzoli): dopo una sorprendente volata finale si e’ piazzato al terzo posto ottenendo 119 voti.

Piu’ staccati, invece, gli altri due concorrenti, Marcello Fois con ‘Nel tempo di mezzo’ (Einaudi) che ha avuto 48 voti e Lorenza Ghinelli che, con il suo ‘La colpa’ (Newton Compton), ha preso 16 voti. In tutto su 460 aventi diritto, 60 dei quali espressi dai cosiddetti ‘lettori forti’ che si aggiungono ai tradizionali ‘Amici della domenica’, hanno espresso la loro preferenza 434 votanti. Due sono state le schede nulle. A presiedere il seggio e’ stato Edoardo Nesi, il vincitore dell’edizione scorsa. ”Sono frastornato ed emozionantissimo – ha detto a caldo Piperno- ringrazio con tutto il cuore la Mondadori che ha fatto un lavoro straordinario. Faccio un in bocca al lupo ai miei avversari: e’ stata una battaglia dura e leale”.

Alessandro Piperno ganador del premio Strega 2012

Inseparabili. Questo sono sempre stati l’uno per l’altro i fratelli Pontecorvo, Filippo e Samuel. Come i pappagallini che non sanno vivere se non sono insieme. Come i buffi e pennuti supereroi ritratti nel primo fumetto che Filippo ha disegnato con la sua matita destinata a diventare famosa. A nulla valgono le differenze: l’indolenza di Filippo – refrattario a qualsiasi attività non riguardi donne, cibo e fumetti – opposta alla determinazione di Samuel, brillante negli studi, impacciato nell’arte amatoria, avviato a un’ambiziosa carriera nel mondo della finanza. Ma ecco che i loro destini sembrano invertirsi e qualcosa per la prima volta si incrina. In un breve volgere di mesi, Filippo diventa molto più che famoso: il suo cartoon di denuncia sull’infanzia violata, acclamato da pubblico e critica dopo un trionfale passaggio a Cannes, fa di lui il simbolo, l’icona in cui tutti hanno bisogno di riconoscersi. Contemporaneamente Samuel vive giorni di crisi, tra un investimento a rischio e un’impasse sentimentale sempre più catastrofica: alla vigilia delle nozze ha perso la testa per Ludovica, introversa rampolla della Milano più elegante con un debole per l’autoerotismo. Nemmeno l’eccezionale, incrollabile Rachel, la “mame” che veglia su di loro da quando li ha messi al mondo, può fermare la corsa vertiginosa dei suoi ragazzi lungo il piano inclinato dell’esistenza. Forse, però, potrà difendere fino all’ultimo il segreto impronunciabile che li riguarda tutti…

Alessandro Piperno nació enRoma el 25 de marzo de 1972. En español solo tiene publicado “Con las peores intenciones”, publicado por Mondadori en junio del 2006,  que con una escritura muy culta y con un vocabulario lleno de adjetivos y adverbios, ha causado también polémica en la crítica literaria. Al modo de Proust, muestra su desencanto con la sociedad y la vida en general.

El premio Strega es el premio literario más importante de Italia

Como complemento coloco un vídeo:

Premio Strega 2012 premiazione Alessandro Piperno

 

Il racconto informale della cerimonia di premiazione al Ninfeo di Villa Giulia del 66° Premio Strega.
Durante la proclamazione del romanzo più votato gli intellettuali italiani mettono da parte l’etichetta e si scatenano in festeggiamenti da stadio per il vincitore e la sua casa editrice, forse anche per la suspence causata dal meccanismo implacabile del conteggio pubblico delle schede, talvolta sul filo dell’ultimo voto. Lo sponsor invece si preoccupa della visibilità della sua bottiglia nel momento chiave della manifestazione.
Due curiosità: Il sostenitore più esagitato di Piperno è il regista Saverio Costanzo, amico dello scrittore, mentre Piperno hai poi smarrito l’assegno destinato al vincitore. Aveva ben intuito lo sponsor, che nella clip spiega come il liquore avrebbe potuto dargli po’ alla testa nel prosieguo della serata.
Il Premio è stato creato nel 1947 nel salotto letterario Bellonci con il contributo di Guido Alberti della casa produttrice del Liquore Strega, che ancora sponsorizza la manifestazione.

Il video è stato girato dal regista Alessandro Piva.
http://www.piva.it
http://www.facebook.com/pivalessandro

Deja un comentario

Archivado bajo Libros en italiano, Literatura, Narrativa